Come ho risparmiato per i saldi invernali 2021

Il COVID-19 ci ha cambiato completamente, anche nel modo in cui affrontiamo i saldi ed i relativi acquisti. Io ho risparmiato e non poco.

Ci pensavo qualche giorno fa. Io non ho comprato nulla durante il periodo dei saldi. O meglio non ho comprato nulla in negozio. Poi ho preso il mio smartphone, ho guardato la terza pagina e mi sono accorto di come indirettamente avevo ricreato quello che per me era diventato il centro ed il fulcro del mio shopping: la Rete.

Ho scaricato le applicazioni dei negozi in cui generalmente mi vesto. Non sono una persona che cerca marchi nuovi costantemente, preferisco andare sempre sul sicuro. Si lo so non va bene, ma sono fatto così. Ho fatto il login e/o ho creato un account da zero ed ho trovato quasi tutti servizi che mi permettono di pagare tramite Apple Pay, per cui zero carta di credito da inserire. A quel punto non mi restava che rimanere lì, capire e conoscere meglio i funzionamenti di ogni singola applicazione. Da buono squalo poi era necessario attendere il momento giusto per sferrare il mio attacco, comprare e risparmiare. Giusto per non estraniarmi dal mondo, evitare ancora di più un rapporto sempre più intimo con i corrieri di zona ed avendo la maggior parte dei negozi tutti qui vicino a casa, ho sempre scelto l’opzione di ritiro in store. Ok non è la più comoda in assoluto con anche un pelo di coda fuori dal negozio che non fa piacere. Ho però preferito in questo modo perché: potevo comprare anche prodotti a pochi euro senza dovermi sobbarcare una spedizione costosa e mi sgranchivo le gambe. Non avevo limiti e/o problemi di ritiro oppure non dovevo rimanere per forza quel giorno a casa in attesa che suonasse il citofono con il corriere. Insomma, ho preferito la comodità ancora una volta oltre al risparmio.

Fatto il primo ordine ci ho preso gusto, lo ammetto. Più che altro ho notato un fattore che è divenuto fondamentale: il calo dei prezzi. Prendiamo Zara ad esempio, un brand classico, nulla di che ma in cui mi sono sempre trovato bene alla fine. Nella sezione saldi per uomo, c’erano quasi sempre gli stessi prodotti che giravano ciclicamente. La differenza? Che ogni tot di tempo, senza un preavviso o un minimo di logica, i prodotti si abbassavano di prezzo in maniera incredibile. Ho preso una camicia che di listino costava 29,99 euro, mentre una settimana prima la pagai 9,99 euro e poi, invece di renderla, cambiarla ed avendola data a mio fratello, l’ho ricomprata e pagata soli 7,95 euro. Il tutto in meno di sette giorni. Oppure un paio di scarpe che puntavo da tempo, costavano di listino circa 60 euro, una settimana fa le avevo individuate a 25,95 euro ma questa mattina invece le ho trovate sotto i 20 euro. Incredibile. Ok sono pochi euro, ma cavolo senza fare nulla alla fine ho risparmiato non poco e mi sono ritrovato a pagare prodotti, bene o male di buona qualità, a cifre che in negozio vi sognate. Sempre rimanendo ad esempio in Zara, i prezzi che poi avete sull’applicazione sono diversi da quelli in store. Non aspettatevi di trovare un maglione a 10 euro online e di dire che tanto lo passi a prendere in Via Roma. No, in negozio hanno i loro prezzi e vi fanno pagare in base a quanto loro hanno stabilito. Anzi sono pure onesti poiché ti dicono chiaramente di ordinare sul sito.

Tutto bello e fantastico? Ni. È un periodo di caos e vari ordini non sono arrivati nei tempi previsti. Mi sono arrabbiato ed ho chiesto maggiori spiegazioni. Alla fine la variabile era solo e sempre una: Nexive. Quando il corriere era questa fantastica azienda, il pacco ritardava sempre. Ma sapete cosa vuol dire sempre? Sempre. Per il resto, sempre puntuali da Amazon a Zalando, passando per Decathlon e via dicendo. A fronte del risparmio però, ci può stare un giorno o due di ritardo, almeno sono di questa idea.

Grazie o a causa del COVID-19 scegliete voi, ho scoperto questa nuova modalità di shopping che non avevo mai e poi mai preso in considerazione. Ero molto tradizionalista con la grande traversata che spesso veniva fatta a fine gennaio verso uno dei grandi outlet presenti qui in Piemonte. Si perde molto e chiaramente ogni tanto anche io sento la necessità di bivaccare in un negozio per magari vedere da zero un prodotto a caso oppure scoprire un outfit che sul sito non vedo. Risparmio tempo, risparmio denaro ma perdo quell’esperienza di acquisto. Ne vale la pena? A voi la scelta. Io a conti fatti ho preso tutti prodotti che mi servivano e che volevo da tempo risparmiando non poco tempo e denaro.

Ricordate sempre #DOMORE & #VIVALAVIDA.


Perché non ci sono i commenti? Semplice, se vuoi scrivermi qualcosa in merito a questo articolo contattami su Telegram o Twitter.


Iscriviti alla mia newsletter settimanale gratuita, serve solo la tua email

by Claudio Stoduto