Lei

Non ho mai voluto esternare più di tanto sui social la mia vita privata per tanti motivi. In questi sei anni però ho avuto con me una persona unica per davvero e non come le tante frasi fatti che scrivono tutti. È una cosa che senti dentro, che ti stringe lo stomaco e che non devono dirti gli altri o un tatuaggio sulla pelle. Dal suo modo di essere fino alla punta del mignolo della mano destra con cui scrive con la sua Apple Pencil si è sempre dimostrata come tale, mai diversamente con tutte le sue mille sfaccettature positive e negative.

Insieme, nonostante tutto, siamo cresciuti ed a farlo non siamo mai stati sempre soli fortunatamente. Ci siamo amati e ci siamo odiati per tanti motivi. Ci siamo insultati e ci siamo riappacificati. Ci siamo detti basta ma poi non era vero. Ci siamo anche fatti male in alcune situazioni e purtroppo solo noi sapremo sempre quanto queste cose ci abbiano innegabilmente segnato, ma allo stesso tempo fatto crescere e cambiare. Insieme ne abbiamo passate tante e piano piano pensare ad una vita nostra a tutti gli effetti è venuto in mente anche ad un soggetto pazzo, fuori controllo e contro ogni regola come il sottoscritto.

Troppo spesso mi sono sempre tenuto le cose per me quando in realtà volevo gridare al mondo intero chi fosse la mia compagna e quanto cazzo fosse straordinariamente speciale e troppo spesso ho anche avuto paura di tutto e tutti che mi stavano attorno perché sono tanto cinico e stronzo quanto spesso troppo molle. Pur essendo tanto diversi alla fine mi sono sempre più accorto che qualora non funzionasse lei, io mi bloccavo nella maggior parte delle situazioni andando letteralmente in corto come il più semplice dei robot. Questo perché inconsciamente anche uno stronzo egoista come me era arrivato a capire che a pensare non era più soltanto per la sua testa sregolata, ma per la nostra ed ancora oggi mi fa strano dirlo conoscendomi (e non in senso negativo, anzi).

Eleonora è e sarà sempre una grande madre, una grande donna ed una persona che avrà tanti limiti e tante fragilità ma da cui si potrà imparare tanto nella vita. Ti dà tanto, che piaccia o meno ma è fatta così ed è forse il suo più grande aspetto. Ha abbattuto tutte le mie barriere che si sono costruite e mi sono costruito negli anni rendendomi e facendomi sentire il più speciale della terra, non uno a caso ma proprio l’unico fra 7 miliardi. Che piaccia o meno è difficile, anche se fa strano dirlo a 24 anni, incontrare delle persone simili e quando accade ognuno di noi dovrebbe di tutto per potersele tenere il più strette e vicine a sé.

Non sono mai stato bravo a parole con niente e con nessuno e mai lo sarò, ho sempre preferito scrivere lasciando quindi la massima espressione di me stesso ad un foglio, digitale o vero. Sono pur sempre un giornalista fino a prova contraria no?

comments powered by Disqus