Il Magic Mouse 2 è il miglior mouse per iPad

Dopo tanti test e tante prove, alla fine la mia scelta è ricaduta sul Magic Mouse 2 per via delle sue gesture.

Nel corso di queste ultime settimane ho provato ad approcciare meglio il concetto di mouse su iPad. Un po’ per merito di iPadOS che dalla versione 13.4 in poi ha reso disponibile un supporto completo ed un po’ per via di alcuni cambiamenti che sono intercorsi nel mio setup e nella mia scrivania.

Alla fine la mia scelta è ricaduta, come avrete capito dal titolo, sul Magic Mouse di seconda generazione. Ora vi spiego il perché.

Ho utilizzato per parecchie settimane il mio adorato MX Vertical, un mouse di Logitech che fa dell’essere ergonomico il suo vanto principale (come dice il nome stesso). Mai un dolore alla mano, una buona batteria con più di tre settimane di ricarica e tante personalizzazioni sfruttabili tramite il suo software dedicato. Si tratta di un dispositivo che ancora oggi è il mio principale strumento di puntamento su qualsiasi genere di computer che sia esso un Mac o un PC Windows. Su iPad invece esso ha dovuto lasciare spazio alla concorrenza. Perché? Non c’è paragone.

Fatta questa doverosa premessa, vi parlo del Magic Mouse 2 e della sua scelta. In un primo momento lo ho quindi sottovalutato e bistrattato, come si suole dire. È stato spesso a casa e mai in giro con me. Nonostante questo, una bella mattina mi sono deciso nel riprovarlo per poi scoprire in realtà come si tratti della miglior esperienza possibile sul tablet di Apple. C’è il Magic Trackpad ma il suo peso e la poca portabilità non me lo hanno mai fatto preferire o prendere almeno in considerazione. Ricordiamoci sempre che il prodotto cardine che andremo ad utilizzare rimane un tablet, sulla carta, che fa proprio della portabilità uno dei suoi elementi di vanto principali. C’è poco altro da dire in realtà: tutti i gesti con il mouse di Apple hanno quel qualcosa di naturale che ne rende l’esperienza d’uso perfetta, unica ed impareggiabile. Per quanto non sia comodo, lo swipe verso il basso o il semplice passare da una schermata ad un’altra della homescreen ha quel qualcosa di Apple. Pur non amandolo, non posso non dire come si sposi a pennello con iPadOS, almeno in questa fase software.

Chissà che un domani Logitech non porti anche il suo software su iPadOS. Suo potrebbe pensare all’apertura per l’utente della possibilità di poter personalizzare in maniera profonda tutti i tasti ed i gesti eseguibili con il dispositivo. Potrebbe essere una buona base di partenza, ma bisognerà poi ulteriormente fare un passaggio in più per cercare di avvicinarsi ai prodotti Apple ed alla loro esperienza d’uso.

Se cercate quindi il miglior mouse per iPadOS purtroppo non ci sono storie. La scelta deve esclusivamente ricadere sul Magic Mouse 2, budget permettendo.

P.S. Purtroppo vi dovrete armare di un cavetto lightning che vi permetterà, solo in quel caso, di poter eventualmente ricaricare il mouse qualora si scaricasse. Tutto bene a patto di non avere un iPad Pro 2018.


Perché non ci sono i commenti? Semplice, se vuoi scrivermi qualcosa in merito a questo articolo contattami su Telegram o Twitter.


Iscriviti alla mia newsletter settimanale gratuita, serve solo la tua email

by Claudio Stoduto