Quando la Magic Keyboard stanca

Bellissima e comodissima la Magic Keyboard per iPad, ma nel lungo periodo mi ha stancato.

Ho usato per mesi la Magic Keyboard per iPad Pro. La costosa e sontuosa tastiera che Apple ha ormai presentato da tempo e che, effettivamente, può ridisegnare il concetto di iPad a cui siamo abituati. Comodissima, il più classico dei game changer come dicono in molti. Tuttavia non è tutto oro quello che luccica ed a distanza di mesi mi trovo costretto ad abbandonarla per la seconda volta.

La grossa motivazione è una sola: trasforma l’iPad in ciò che non è. Il tablet di Apple è per l’appunto prima di tutto un tablet e non un computer, con tutti i limiti del caso. Una tastiera non lo trasforma, non cambia il software e non cambia la sua natura di base. Ho letto tanti commenti in questi mesi e tutti fanno riferimento all’eterna associazione iPad=nuovo PC per me più che mai sbagliato ad oggi. Un accessorio potrà cambiare la percezione del prodotto, ma se lo fa vuol dire che sono stati bravi a monte nel far passare quel messaggio. Ergo? Marketing. Apple è stata molto brava ed ha venduto bene il suo prodotto tanto che noi utenti le abbiamo giustamente creduto. Non siamo fessi, non sto dicendo questo, siamo figli del potere che l’azienda ha costruito su di noi con ottimi prodotti nel corso degli anni. Si sono giocati molto bene la carta della credibilità, a discapito del nostro portafoglio.

Ho scelto di abbandonare la Magic Keyboard perché mi mancava sentire l’iPad come un tablet. Erano anni che non lo usavo in portrait o che semplicemente non tenevo su una cover leggera senza tastiera e fronzoli vari. Inizialmente è una strana sensazione, poi di colpo ti ci abitui e non ne riesci a fare a meno. Rientrato dalle vacanze quindi ho fatto un bell’annuncio di vendita e via, senza più guardarmi indietro.

Con cosa ho sostituito la Magic Keyboard? Sono sincero, ho trovato a 6 euro circa su Amazon la Slim Folio Pro di Logitech. Un prezzo assurdo per una tastiera perfetta per il mio uso. Volevo un qualcosa che in viaggio mi potesse essere già pronto all’uso con lo slot per la penna, una tastiera senza fronzoli ed un’ottima protezione dagli urti. Sta comoda comoda in un cassetto e, quando vado via e se mi porto l’iPad, la monto su. A casa, o nell’uso di tutti i giorni invece, uso la mia cover rossa con annessa Logitech Keys-To-Go del medesimo colore. Sto scrivendo giusto questo articolo con la configurazione descritta. Così facendo l’iPad rimane leggero, pratico e comodo da utilizzare anche come tablet. Ed il mouse Claudio? Ho di recente preso un M575 sempre di Logitech e lo alterno con il mio amato e fidato MX Vertical. La sostanza è che se devo usare l’iPad con un mouse vuol dire che sono ad una scrivania. Per quelle situazioni di emergenza in mobilità, non dimentichiamoci che l’iPad ha pur sempre un display touchscreen.

Contento? Direi di si, specie considerando il futuro (o non futuro) del mondo iPad.


Perché non ci sono i commenti? Semplice, se vuoi scrivermi qualcosa in merito a questo articolo contattami su Telegram o Twitter.


Iscriviti alla mia newsletter settimanale gratuita, serve solo la tua email

by Claudio Stoduto