L’iPad è il “computer” perfetto per l’estate

Sono partito leggero in vacanza con solamente l’iPad Pro e non la Magic Keyboard.

Questa estate ho sperimentato due diverse partenze. La prima in cui mi sono portato tutto da casa, per chissà quale motivo. La seconda invece in cui mi sono concentrato su ciò che mi sarebbe potuto realmente servire, non dico tutti i giorni ma quasi. Ho applicato il concetto anche al mondo tecnologico e, se in un primo momento mi ero portato anche il Mac Mini, poi ho preferito essere il più leggero possibile lasciandolo a casa fisso e fermo nel suo stand alla scrivania.

Tornando ad iPad, come saprete ripresi la Magic Keyboard qualche mese fa con un promozione su Amazon. La pagai comunque tanto per un accessorio del genere ma… Niente lasciamo perdere. Mouse e tastiera integrati, cosa chiedere di più? Effettivamente si parla del prodotto “perfetto” sebbene comunque sia anche lui ancora limitato a mio avviso. Non volevo però vincolare il tablet di Apple al solo ed unico scopo dell’essere usato come un portatile. Già perché la tastiera magica e costosa ti “obbliga” ad usare l’iPad in quella maniera. Anzi viene quasi innaturale girarlo in portrait e/o staccarlo da essa. E poi penso di non averla mai staccata da quando la ripresi, per cui era anche giusto disintossicarsene un attimo.

Prendo la mia bellissima e fidatissima Keys-to-Go rossa, riprendo la cover leggera e magnetica per iPad e metto tutto nella sleeve di Incase con chiusura anch’essa magnetica che usai per il MacBook Air M1. Taaac veloce e compatto. Manca il mouse? Vero, me ne sono accorto dopo quando sono arrivato a destinazione. Avendo portato anche il PC di lavoro, mi sarei potuto portare dietro il mio bellissimo MX Vertical, anche lui collegato ad iPad. Però… Ragazzi me lo sono scordato. (Mi sto trattenendo nel comprarne uno nuovo su Amazon, basta con gli acquisti folli e stupidi.)

Definito il pacchetto di viaggio, mi sono piano piano reso conto di un paio di cose che mi hanno fatto riflettere. Non usavo l’iPad come tablet da tanto tempo. Con esso intendo guardare un film comodo senza quella tastiera pesante e rognosa oppure consultare un sito Web in portrait mentre sto finendo di mangiare e/o parlando con qualcuno. Avendo poi questo setup fatto di pezzi da comporre, mi è piaciuto molto prendere la tastierina, il tablet e mettermi lì pronto sul tavolo a scrivere questi articoli, sistemare il mio Notion o consultare i vari siti e feed come se fossi ad una scrivania. Mi ha dato molto gusto “montare” il tutto ogni volta, sebben dovessi tirare fuori dalla custodia solo la tastiera. Non so se è per il fatto di essere in vacanza e quindi con un mood più rilassato e tranquillo, però oh mi mancava questa sensazione da tempo. Finisco di voler usare tastiera e tutto il resto? Nessun problema, ripongo via tutto e rimetto l’iPad sotto il braccio. Se ci pensate è come se andassi a compartimentare le azioni che svolgo il tutte con un unico prodotto al centro di esse. Mi da gusto anche questo? Certamente 😊

Mi manca il Mac? Si, per la gestione di alcuni file. Però non posso volere sempre tutto. Per il resto, come già detto più e più volte, l’iPad oggi può compiere il 95% delle azioni quotidiane di una persona “normale”. Io con il tablet di Apple non ci lavoro più. Ho un computer di lavoro ed uso quello. Per diletto, la gestione della mia vita personale e qualche disposizione particolare l’iPad va benissimo.


Perché non ci sono i commenti? Semplice, se vuoi scrivermi qualcosa in merito a questo articolo contattami su Telegram o Twitter.


Iscriviti alla mia newsletter settimanale gratuita, serve solo la tua email

by Claudio Stoduto