Non ho più nulla da dirvi, per cui...

È arrivato il momento di fermarsi anche qui, per cui i miei podcast da oggi sono ufficialmente inattivi.

Si chiude ottobre 2020, un mese in cui forse le montagne russe sarebbero state più semplici da affrontare per un fifone come me. Nonostante questo era giusto chiudere un altro capitolo di quella che è stata la mia vita per diversi anni e che mi ha portato, lo posso dire, non poche soddisfazioni.

Da oggi sono ufficialmente chiusi tutti i podcast. Addio a Il Rompiscatole, IN Tech ed IN Sport.

Perché?

Sono stanco da un lato. Il mondo dei podcast si è gonfiato a dismisura nel corso di questi ultimi mesi e, se posso, non mi piace nemmeno più. Era bello quando era una nicchia, oggi è a modo suo diventato troppo mainstream. Non voglio fare il classista, ma per chi mi conosce sa cosa intendo.

Sono senza parole. Altro che Vasco Rossi, non so più realmente cosa dire. Se c’è una cosa che nel tempo ho imparato anche grazie a mio padre è che “Claudio una cosa se non la fa convinto fino in fondo la fa male.” Stop, credo che miglior definizione non ci possa essere. Andare oltre sarebbe stato un trascinare me stesso e non solo in un vortice negativo.

Futuro?

Nessun futuro concreto all’orizzonte, sia chiaro. Non sto facendo alcun piano nella mia vita in questo ambito, non inizio di certo ora. Meglio onesto e sincero piuttosto che contaballe. Magari ritorneranno i podcast in futuro. Sicuramente sotto altre vesti perché sappiamo tutti che la minestra riscaldata non è mai buona, anzi spesso ti va di traverso.

Grazie

Grazie a tutti quelli che hanno ascoltato le puntate. Grazie a tutti quelli che hanno permesso di raggiungere numeri folli per me. Grazie di ❤️ davvero.

È giusto farlo però ora in questo, è giusto smettere ed è giusto andare oltre.

È giusto.

Ciao, Claudio

#DOMORE #VIVALAVIDA


Perché non ci sono i commenti? Semplice, se vuoi scrivermi qualcosa in merito a questo articolo contattami su Telegram o Twitter.


Iscriviti alla mia newsletter settimanale gratuita, serve solo la tua email

by Claudio Stoduto