Come bloggare da iPad (WordPress)

iPaddista.it non è soltanto un sito di notizie, ma è interamente gestito da un iPad.

Quando ho deciso di aprire questo sito internet sono sincero, non pensavo di farcela. Intendo che era ed è una bella sfida nonostante sia un progetto interamente spinto dalla passione e che, permettetemi di dirlo, non corre dietro a niente ed a nessuno.

Detto ciò mi sono però imbattuto con la prima sfida del caso, ovvero andare ad installare e realizzare tutto ciò che vedete ora direttamente dal mio tablet Apple. Zero macOS. Zero computer. Zero tutto. Era una sfida, come detto, e posso dire di esserci riuscito. Il merito non è dell’iPad però, ma del Cloud. Infatti con tutte le nuove tecnologie non c’è più bisogno di installare un CMS in locale e poi passarlo su un hosting tramite FTP. Basta un semplice click. Per quanto riguarda il template e tutto il resto non posso che dirvi semplicemente: “Internet è un posto meraviglioso”. Sui loghi ed i colori invece il merito è tutto di Pixelmator che uso ormai da anni su iOS prima ed iPadOS dopo.

Ma passiamo alle cose più concrete.

Stesura degli articoli

Il sito internet è tutto completamente scritto in Markdown. Per chi non lo conoscesse è un linguaggio di markup, se così lo posso definire, che fa della sua semplicità l’arma vincente. Ci ho messo un po’ e non lo nego ma ad oggi non posso non amarlo. Passateci un weekend se volete e metteteci dentro il massimo dell’impegno, ne varrà la pena. Il tempo risparmiato sarà parecchio rispetto ad un classico HTML.

Come software di gestione degli articoli utilizzo iA Writer. I motivi sono tanto semplici:

  • non ha un costo mensile ma è un acquisto one shot;
  • ha il sync su iCloud e che quindi mi rende tranquillo su macOS, iOS ed iPad;
  • é tanto pulito quanto essenziale nella sua UI.

Finita la prima stesura faccio una bella rilettura generale ed inizio ad impostare quelle che sono le parole chiave in grassetto e faccio delle piccole modifiche sparse.

Se tutto è andato per il meglio non mi resta che andare ad inserire le immagini e qui batto notevolmente il tempo di realizzazione rispetto al Mac. Utilizzo un servizio esterno per il caricamento delle immagini che quindi non risiedono sullo stesso spazio Web del sito internet. La procedura da desktop, purtroppo, prevede il passaggio tramite il sito di questo servizio, il drag and drop della foto e poi il dover copiare il link nella clipboard in manuale. Con iPadOS ed iOS ho invece realizzato uno Shortcut che mi permette di andare a scegliere una foto dal mio rullino fotografico, verrà effettuato da solo l’upload e verrà copiato l’URL diretto nella clipboard già preformattato in Markdown. Basta quindi un semplice CMD+V ed ho già finito.

Gestione delle immagini

Non sto qui a ripetere come andare a caricare la foto, si veda il paragrafo in precedenza. Per le modifiche ad eventuali immagini invece iPadOS è più che ben fornito. Prevalentemente uso l’editor interno di Foto.app che dona quel giusto tocco alle foto a mio avviso. Se devo poi fare qualcosa di più complesso, utilizzo Pixelmator Photo o Pixelmator. Mancherebbe un compressore per le foto ma qui ci può venire in auto nuovamente un bello Shortcut e via.

Upload dell’articolo

Il grosso del lavoro è stato praticamente già svolto per cui non manca ancora molto. Detto questo non ci resta che procedere con l’upload del file di testo .MD che abbiamo creato e di portarlo sul CMS (WordPress nel mio caso). Per farlo cosa potremmo utilizzare? Ovviamente l’applicazione Shortcuts. Lasciate perdere l’applicazione ufficiale, non è ancora oggi completa e tanto vale utilizzare il browser Web con Safari.

Tornando a noi, in questo caso però ho dovuto fare un po’ di passaggi di mezzo che ora vi spiego per essere il più chiaro e preciso possibile.

Ogni testo che vado a scrivere viene formattato secondo un criterio specifico:

  • Titolo;
  • Riassunto;
  • Tag;
  • Corpo dell’articolo.

Secondo questo semplice schema mentale, ho costruito poi lo Shortcut che vedete nella foto ad inizio paragrafo. Esso andrà a richiedermi ogni singolo elemento che dovrò selezionare e che poi andrà a realizzare quel bellissimo puzzle finale che sarà poi pubblicato su WordPress. Come vedete, converte anche il testo Markdown in HTML così da avere su WordPress una gestione praticamente perfetta di ciò che andiamo a pubblicare senza passare per plugin terzi o simili che odio.

Semplice e veloce a mio avviso. È tutta una questione di pratica, niente di più. Sembra complesso e difficile ma in realtà vi posso assicurare che non è affatto così anzi. Questo è il mio metodo per bloggare da iPad.


Perché non ci sono i commenti? Semplice, se vuoi scrivermi qualcosa in merito a questo articolo contattami su Telegram o Twitter.


Iscriviti alla mia newsletter settimanale gratuita, serve solo la tua email

by Claudio Stoduto